Arte - Archivio

AL TEATRO MANZONI DI MILANO LA VEDOVA ALLEGRA PER L’8 GENNAIO 2019. AUGURI! E CHE SI APRANO LE DANZE!!!INSIEME AI RICORDI DI QUELLA SERATA

Mi veniva in mente in questi giorni in Ospedale cosa ho fatto a Capodanno, non che ami il passaggio dal vecchio al nuovo fatto di tante formalità e per qualcuno segna un momento di solitudine. Ero a Venezia, al Circolo dell’Unione tra amici. Ma stando cosi tanto male dopo una operazione alla schiena ho anche

LA TRECCANI SCENDE IN CAMPO PER LEONARDO IN UNA GRANDE MOSTRA A PALAZZO REALE A MILANO

Anche noi abbiamo una Signora enciclopedia, non esiste solo la Rousseau, anche se fu la prima, detto in Francese L’Enciclopedie. L’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, insieme al Comune di Milano, sarà il promotore e il produttore di una grande esposizione, prevista a Palazzo Reale da Aprile 2019, dedicata a Leonardo per celebrare i 500 anni dalla sua

LICINI E MOORE

Così scrissi nel mese di agosto….In questa estate torrida del 2018 la cosa migliore sarebbe stata quella (suggerisco a chi è ancora in tempo di farlo), di andare verso Paesi piu’ al nord a gustarsi retrospettive d’arte poco annunciate, ma di gran valore. Una per tutte a Landernau sono esposte, in parte all’aperto, vi immaginate

POUND E VENEZIA…..

Pound e Venezia. Teatro Goldoni. Il titolo è “Un giorno con Ezra” …Un omaggio al poeta a 70 anni dalla pubblicazione dei Cantos Pensieri e Versi. Conferenza spettacolo con Marcello Veneziani Un’ora con Ezra Pound, grazie anche a Mariano Rigillo. Proiezione dell’intervista televisiva di Pier Paolo Pasolini a Ezra Pound A 70 anni dalla pubblicazione

SI RIPARLA DI DEGAS….SONO UN CAVALLO DA CORSA..CORRO PER I TORNEI PIU’ PRESTIGIOSI MA MI ACCONTENTO DI..ODIO I GIORNALISTI

Grazie ad Adelfi si riparla di Degas con la traduzione di Tommaso Pezzato e a cura di Jean Pierre Halévy, di Daniel Halévy. Non c’è che da ammirarlo a cominciare da una sua convinzione. Odiava i giornalisti, Degas. In generale, i critici in particolare. “E’ gente che vi tira giù dal letto, vi strappa la

LA CERCHIA DI BLOOMSBURY NEGLI ANNI NOVECENTESCHI DEL SUO TEMPO E IL RIFERIMENTO AI LIBRI ISPIRATI A …MITFORD..LOWEL…MOSLEY…UN NOVENTO TRA LE DUE GUERRE

Se non succede nulla tra pochi giorni sarò a Londra come ogni anno. Arte, musei, palazzi neoclassici, edifici moderni e tanti parchi fanno parte di questo stupendo caos che si chiama Londra, nonostante la Brexit abbia fatto per il momento piu’ danni del dovuto. Mi auguro che la May se ne vada a casa detto

L’ULTIMA FATICA DI STENIO SOLINAS: GENIO RIBELLE. ARTE E VITA DI WYNDHAM LEWIS. EDITORE NERI POZZA…UN VORTICE DI STRAORDINARIA VITA INTELLETTUALE E POLITICA

, questo giudizio di Ezra Pound si riferisce a W.Lewis di cui Stenio Solinas traccia ora il ritratto nel suo . Biografia e insieme romanzo di formazione ripercorre la storia complessa quanto affascinante di un Titano della mente. In filigrana è però anche un’analisi del , quello classico e non romantico, spaziale e non temporale,

A ROMA UNA MOSTRA DI FRANK ZAPPA AL VINYIL RIOOM E TRA UNA CRITICA E L’ALTRA SU ROMA E DUL SUO DEGTADO SI PARL DI GEOPOLITICA

Frank Zappa si puo’ dire che  sia stato un personaggio o un musicista che non abbia lasciato un segno. In questi giorni a Roma fino al 15 gennaio Vinyil in via Della Frezza 53 , una mostra di fotografie bellissime lo ricordano insieme ai suo dischi. Di Zaappa si contnua a parlare ed è giusto ripercorrere

VENEZIA ONORA TINTORETTO CON DUE MOSTRE IN OCCASIONE DEL 5OO esimo ANNO DALLA NASCITA (1519-1594), DA PALAZZO DUCALE ALLE GALLERIE DELL’ACCADEMIA A VENEZIA

Il Ridolfi, noto critico del Seicento, ha creduto di vedere realizzata la sintesi tato auspicata  dal Pino, il disegno di Michelangelo e i colori di Tiziano, ma per Tintoretto questa visione non fu mai al centro delle sue idee, l’eclettismo non su così reale e lo si vede dalle opere giovanili come “ Il Miracolo

LUCINI E MOORE. ADDIO AL RE DELL’ARTE DELLA STAMPA…E IL CREDO ESTETICO DI HANRY MOORE IN BRETAGNA

In questa estate torrida la cosa migliore sarebbe stata quella (suggerisco a chi è ancora in tempo di farlo), di andare verso Paesi piu’ al nord a gustarsi retrospettive d’arte poco annunciate, ma di gran valore. Una per tutte a Landernau sono esposte, in parte all’aperto, vi immaginate lo scenario, 120 opere dello scultore inglese

Continuando la navigazione su questo blog, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo blog utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo blog senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" si permette il loro utilizzo.
Per ulteriori informazioni consulta la cookie policy

Chiudi

Privacy Policy
Cookie Policy