Festa Mobile: il blog di Luciana Baldrighi


IL CENTRO DINO FERRARI HA FATTO BIMGO. LA FONDAZIONE HA DATO IL MASSIMO FESTEGGIALE PER IL NUOVO PROGETTO DEL POLICLINICO E FINANZIARE LA RICERCA

Teatro e cena. Dal Teatro Manzoni al Ristorante Savini in Galleria. Milano ancora una volta ho dimostrato di avere il cuore in mano. Tutti riuniti dunque con l’impegno di finanziare un nuovo progetto di ricerca del Centro Dino Ferrari, fondato nel 1984 dal patron delle auto piu’ famose del mondo, dopo la scomparsa prematura del

BUON COMPLEANNO MAIGRET. NEL 1957 SIMENON VENNE A MILANO PER FIRMARE UN CONTRATTO CON MONDADORI. VIA DA MARTEDI ALLE CELEBRAZIONI

Simenon venne a Milano nel 1957 per firmare un contratto con Mondadori. Rimane affascinato da questa città fatta di acque, navigli, nebbia, molto simile all’atmosfera dei suoi romanzi. Una foto scattata da Enrico Ronchini lo ritrae con cappotto, il classico cappello a falde larghe, Borsalino e l’inseparabile pipa.  Un’immagine che fa il giro delle edicole

E CHIAMIAMOLO 1 MAGGIO

  C’è stato forse qualche cosa da festegiare? Eppure l’articolo 1 della Costituzione recita: “L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”…io aggiungerei anche “nero”. Le forme di assunzione sono a tempo. Un giovane su tre non ha un posto e in un decennio sono raddoppiati i sottoccupati e un 25 per cento è costretto a

LA FONDAZIONE NICOLA TRUSSARDI SMONTA IL LAVORO DI HIBRAHIM MAHAMA

      Ibrahim Mahama / Silence between the lines, Ahenema Kokoben, Kumasi, 2015 / Kumasi, Ghana, installation view / Courtesy the artist lA Fondazione Nicola Trussardi ha presentato A Friend, un’imponente installazione concepita appositamente per i due caselli daziari di Porta Venezia dall’artista ghanese Ibrahim Mahama (Tamale, Ghana, 1987), a cura di Massimiliano Gioni. L’installazione è realizzata in occasione dell’Art

PARIGI BRUCIA. NOTRE DAME IN FIAMME DURANTE I LAVORI DI RESTAURO

La Cattedrale di Nostre Dame de Paris sull’Ile de la Citè brucia. Piu’ di 400 pompieri stanno cercando di spegnere un incendio divampato oggi (ieri sera verso le 18.30) sorta tra i primi insediamenti abitativi della capitale francese. Fonti governative e il Priore stesso complesso religioso, il piu’ visitato nel mondo dicono che andrà perduta

MILANO IN THE ROAD: FACCIO UN GIRO FUORI SALONE

Da Brera all’Isola in 25 eventi e gli altri distretti. Una piantina ragionata di Milano nell’ambito della Manifestazione del “Progettare”. La Triennale di Boeri con il suo museo del design aggiornato ha deluso parecchi. Jophn Grima, direttore, come si giustifica? “L’intento era quello di farne un luogo d’ispirazione secondo il senso piu’ antico della parola

LA FABBRICA DEL VAPORE …PER IL SALONE DEL MOBILE SI ISPIRA ALLA DANZA

Lazare Ohandja è un danzatore e coreografo nato in Camerun nel 1979.Danza dall’età di 8 anni e nel 1985 si avvicina alla danza afro-contemporanea, formandosi con il coreografo Ebalé Zam Martino presso il Centre Nyanga Dance di Yaoundè. Da quel momento prosegue incessantemente il suo studio, perfezionandosi al fianco di importanti coreografi internazionali in corsi

LIZZIE FITCH-RYAN TRECARTIN… WHETHER LINE

Attesa, attesissima, la nuova proposta della Fondazione Prada presenta “Whether Line”, il  progetto espositivo concepito da Lizzie Fitch (USA, 1981) e Ryan Trecartin (USA, 1981), nella sede di Milano dal 6 aprile al 5 agosto 2019. Commissionata da Fondazione Prada, la loro installazione multimediale di grandi dimensioni rappresenta il primo risultato di un processo creativo,

COSI’ STENIO SOLINAS IL 17 MAGGIO AL CIRCOLO DEI LETTORI DI TORINO RACCONTERA’ IL SUO “GENIO RIBELLE”…”WYNDHAM LEVIS” IN COMPAGNIA DI SABADIN, FERRUA, BEATRICE. ORGANIZZAZIONE DELLA SOTTOSCRITTA, LUCIANA BALDRIGHI

Nella Londra novecentesca fra le due guerre, una strana figura d’artista fa il vuoto intorno a sé. Si chiama Wyndham Lewis e ha fondato una rivista che non ha  collaboratori ed espone un unico pensiero: il suo. Le ha dato come titolo «The  Enemy», Il Nemico, ed è quello che lui vuole essere, un fuorilegge

SENTIERI D’ACQUA PER LETIZIA FORNASIERI ALLA GALLERIA RUBIN DI VIA SANTA MARTA

Sono anni che conosce il lavoro di Letizia Fornasieri e devo dire che continua a stupirmi apartire dai tempi in cui riusciva con i colori ad impastare i palazzi di Milano offrendo un’opera tra l’astrattto e il fifurativo. Deliziosi i suoi acquarelli e anche i tram di Milano..gialli, come devono essere. Durante il Salone del

Continuando la navigazione su questo blog, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo blog utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo blog senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" si permette il loro utilizzo.
Per ulteriori informazioni consulta la cookie policy

Chiudi

Privacy Policy
Cookie Policy